Civitella Benazzone abbandonata dall’Amministrazione comunale_Interrogazione di Erika Borghesi

  INTERROGAZIONE

 

Oggetto: criticità irrisolte della frazione di Civitella Benazzone.

  

“Quando si pensa alla tranquillità e al tempo che sembra non scorrere come in altri luoghi, Civitella Benazzone dovrebbe essere tra i primi nomi a venire in mente: appollaiato su una collina, questo minuscolo borgo gode di una vista privilegiata sulla valle del Tevere e sulle montagne che lo circondano.”

 “Civitella Benazzone è una di quelle gemme nascoste che l’Umbria regala a chi ha la pazienza di cercarle. Ma una volta arrivati, si è conquistati all’istante dalla bellezza dei panorami e dalla dolcezza del suo ritmo naturale, che lasciano un’impronta profonda e indimenticabile.”

Leggi tutto

Situazione di emergenza di strada dei Pecorari (Rio Grande) in località Bosco_Interrogazione di Erika Borghesi

Situazione di emergenza di strada dei Pecorari (Rio Grande) in località Bosco_Interrogazione di Erika Borghesi

Oggetto: Situazione di emergenza di strada dei Pecorari (Rio Grande) in località Bosco

  

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

  

– circa la sussistenza del seguente fatto:

 

In località Bosco, in particolare lungo la strada dei Pecorari attraversata dal torrente Rio, si verifica da tempo una grave situazione di emergenza che è stata più volte segnalata da alcune famiglie residenti in quella porzione di territorio comunale;

 

Infatti, ogni volta in cui si verificano giorni di pioggia continua o temporali improvvisi e violenti, il torrente Rio allaga il pontile di guado rendendo impossibile il passaggio con qualsiasi tipo di mezzo di trasporto e isolando la zona dal resto della città. Tale blocco della strada non solo impedisce agli abitanti di recarsi al lavoro o a scuola o a far fronte ai diversi e quotidiani impegni, ma soprattutto creerebbe grandi difficoltà in caso di malori perché sarebbe difficile per i soccorsi raggiungere l’abitato;

  Leggi tutto

La Questura di Perugia rischia il declassamento: quali le azioni del Sindaco per scongiurarlo?_Interrogazione di Emanuela Mori

INTERROGAZIONE

 

Oggetto: declassamento questura di Perugia e sicurezza cittadina.

 

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

 

– circa la sussistenza del seguente fatto:

 

nelle ultime settimane stanno circolando sulla stampa una serie di notizie piuttosto allarmanti in merito alle sorti della questura perugina: sarebbe ad un passo dall’essere inserita nell’elenco degli uffici di “secondo livello”, con conseguenze che potrebbero essere determinanti anche dal punto di vista dell’organico: problematica questa, insieme alla carenza di mezzi, all’ordine del giorno.

Indubbiamente, il declassamento andrà ad incidere sul prestigio e sul peso specifico dell’Ufficio,

tanto che la nostra questura non sarà più guidata da un Questore, ossia un dirigente generale, ma da un direttore “superiore”, cioè un livello più basso; inoltre potrebbero subire limitazioni unità come ad esempio il reparto “Prevenzione e crimine”, attualmente di stanza proprio a Perugia.

Leggi tutto

Rotatoria Ferro di Cavallo: il Comune spieghi quando verrà realizzata_Interrogazione di Emanuela Mori

                                                                 INTERROGAZIONE

Oggetto: realizzazione rotatoria Ferro di Cavallo e stato di attuazione della delibera di Consiglio Comunale n. 124 del 27.11.2017.

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

– circa la sussistenza del seguente fatto:

dopo l’approvazione all’unanimità in Commissione Urbanistica, anche il Consiglio Comunale ha ratificato – sempre con il voto favorevole di tutti i presenti – l’ordine del giorno con cui avevo proposto di impegnare Sindaco e Giunta a dare mandato agli uffici tecnici per provvedere nel più breve tempo possibile a realizzare uno studio di fattibilità per la realizzazione di una rotatoria nell’area limitrofa all’azienda Brocani Garden; in subordine, l’atto chiedeva all’Amministrazione comunale di adoperarsi per promuovere, presso la Regione dell’Umbria, il reperimento delle risorse necessarie alla realizzazione dell’opera.

Leggi tutto

Progetto “Perugia Ultradigitale” e relativo stato di avanzamento – Interrogazione di Tommaso Bori

Progetto “Perugia Ultradigitale” e relativo stato di avanzamento – Interrogazione di Tommaso Bori

Oggetto: Progetto “Perugia Ultradigitale” e relativo stato di avanzamento.

 

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

 

– circa la sussistenza del seguente fatto:

 

Grazie ad una condivisione strategica negli ultimi anni è stato possibile intercettare e unire risorse europee, nazionali e regionali con l’intento di dare un’accelerazione al processo di digitalizzazione della città di Perugia.

 

La legge di conversione del decreto-legge 11 settembre 2014, n. 133, 11 novembre 2014 n. 164 che disciplina “Misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle cattività produttive” ha previsto all’art. 6. agevolazioni a favore degli operatori del settore concesse dalla P.A.”… per la realizzazione di reti di comunicazione elettronica a banda ultralarga e norme di semplificazione per le procedure di scavo e di posa aerea dei cavi, nonché per la realizzazione delle reti di comunicazioni elettroniche”;

Leggi tutto

Strada di Montevile in condizioni disastrose – Interrogazione di Emanuela Mori

Strada di Montevile in condizioni disastrose – Interrogazione di Emanuela Mori

 

Oggetto: Strada di Montevile in condizioni disastrose.

 

 

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

– circa la sussistenza del seguente fatto:

 

Strada di Montevile rappresenta una delle più transitate porte di accesso alla città, ed è una importante arteria di collegamento fra la zona del Cimitero monumentale e la popolosa frazione di Ponte San Giovanni, passando per Montevile.

Leggi tutto

Il Comune intervenga contro lo stato di degrado in cui versano Museo delle Acque e Conservoni a San Marco – Interrogazione di Emanuela Mori

Il Comune intervenga contro lo stato di degrado in cui versano Museo delle Acque e Conservoni a San Marco – Interrogazione di Emanuela Mori

Oggetto: persistente situazione di degrado in zona Conservoni (San Marco).

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

 – circa la sussistenza del seguente fatto:

 nel quartiere perugino di San Marco sorge una vasta area che, se opportunamente valorizzata, rappresenterebbe una importante occasione per l’arricchimento dell’offerta turistica per cittadini e visitatori: è la cosiddetta area dei Conservoni di Monte Pacciano, il primo acquedotto in cui veniva raccolta l’acqua della città di Perugia fin dal 1255, ancora oggi riserva di acqua nei periodi maggiormente siccitosi.

  Leggi tutto

AMPLIAMENTO DEL PALABARTON: IL COMUNE SUPERI LA FASE DI STALLO E DIA IL VIA AI LAVORI – Interrogazione di Emanuela Mori

AMPLIAMENTO DEL PALABARTON: IL COMUNE SUPERI LA FASE DI STALLO E DIA IL VIA AI LAVORI – Interrogazione di Emanuela Mori

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

 

 – circa la sussistenza del seguente fatto: 

il PalaBarton rappresenta, ad oggi, l’unico grande impianto sportivo al coperto della nostra regione, capace di ospitare grandi eventi sportivi e non solo.

Da quasi 10 anni questo impianto è diventato teatro dei successi della squadra di pallavolo Sir Safety Perugia, protagonista sia in Superlega – il massimo campionato nazionale – che nelle competizioni internazionali – come la Champions – registrando una straordinaria partecipazione di pubblico.

 Tuttavia, affinchè il PalaBarton possa continuare ad essere degna sede di eventi nazionali ed internazionali di alto livello – al pari di quelle presenti in altre città italiane – sono necessari significativi interventi di ristrutturazione, per i quali la Sir Volley Perugia ha da tempo presentato un progetto destinato a portarne la capienza da 4000 a 5000 posti.

Leggi tutto

Parco Chico Mendez: emergenza siringhe, consumo e spaccio di droga in pieno giorno, pubblica illuminazione pessima. Interrogazioni di Emanuela Mori

Parco Chico Mendez: emergenza siringhe, consumo e spaccio di droga in pieno giorno, pubblica illuminazione pessima. Interrogazioni di Emanuela Mori

Il consigliere Emanuela Mori ha presentato due interrogazioni a Sindaco e Giunta che hanno ad oggetto il parco Chico Mendez; in particolare la molto più che carente illuminazione pubblica del parco, che acuisce la percezione di disagio e insicurezza dei cittadini, e i recentissimi eventi di cronaca che hanno interessato lo stesso con il riemergere preponderante del tema della siringhe e del consumo di droga.

Il Parco Chico Mendez, come risaputo, è un parco cittadino, pensato per assicurare uno spazio ricreativo a contatto con la natura per coloro che abitano, lavorano o sostano in uno dei quartieri della c.d. città densa.
Il portale Ambiente della Città di Perugia descrive il verde pubblico come imprescindibile strumento che assolve “a numerose funzioni di importanza primaria per molti aspetti della vita quotidiana” e il parco Chico Mendez risponderebbe in pieno a questi canoni se non fosse per il vergognoso stato di manutenzione in cui versa sia dal punto di vista della cura del verde e delle strutture (panchine, cestini per i rifiuti, staccionate, fontanelle per l’acqua potabile, etc.), sia dal punto di vista delle opere in corso di realizzazione (piazzole per attività fisica, seconda area cani, etc.).
“I fotogrammi pubblicati sui giornali locali di quanto accaduto due domeniche fa al parco Chico Mendez, ci danno l’idea di quanto il tema del consumo di droga, dello spaccio e della presenza di siringhe usate, sia non solo attuale, ma in grado di generare nei cittadini un senso di grande difficoltà reale e percepita. Sono immagini che non possono e non devono lasciare indifferenti e che possiamo definire tremende non solo per la visibilità dell’atto del bucarsi, ma perché si tratta di un parco pubblico, di una domenica pomeriggio e perché sono ragazzi poco più che ventenni che gettano così la loro vita.”
“Ai recenti fatti di cronaca si aggiunge oggi il verificare che oltre 30 su circa 70 lampioni della pubblica illuminazione risultano spenti acuendo di non poco il disagio e la percezione di grande insicurezza per i pochi, temerari utenti, che non vogliono abbandonare il parco. Una mancanza simile non può essere sfuggita! Ben venga il numero verde (800616855) del “Servizio guasti” della pubblica illuminazione predisposto dal Comune di Perugia, anche se gli operatori del call center, non rispondendo da Perugia, ma città di altre regioni, quali Ancona ad esempio, non conoscono per nulla le zone del nostro Comune e palesano estrema difficoltà a localizzare la sede dell’intervento richiesto.”
“Occorre da parte dell’Amministrazione” – precisa il consigliere Emanuela Mori – una diversa presa di coscienza rispetto a quella del governo in emergenza del singolo episodio. Quello del consumo di droga è un fenomeno che si sposta da un quartiere all’altro, a seguito dei controlli, ma che è tuttavia presente. Dobbiamo garantire ai cittadini la possibilità di vivere i parchi e i quartieri in sicurezza, senza sentire la necessità di autotutelarsi. Anche per questi motivi, stare al passo con basilari azioni di prevenzione, come la presenza di una adeguata illuminazione pubblica, risulta essere fondamentale e strategico: oltre all’auspicio di un intervento di manutenzione istantaneo presso il parco Chico Mendez e ovunque ce ne sia necessità, pro futuro ci si aspetta che l’Amministrazione metta a regime un monitoraggio costante di tutte le esigenze da soddisfare per far sì che i parchi siano davvero punto di svago, di ritrovo, di socializzazione al servizio dei quartieri e dei loro utenti”.

 

 

Interrogazione a risposta orale – degrado quartiere Pallotta (Mori)

Oggetto: degrado quartiere Pallotta.

 

Ai sensi dell’art. 68 comma 1 del Regolamento del Consiglio Comunale si interroga la S.V. per avere informazioni:

– circa la sussistenza del seguente fatto:

il quartiere della Pallotta, alcune decine di centinaia di metri che si dipanano da Strada Tuderte fino a Via Campo di Marte, sta vivendo specialmente negli ultimi mesi una condizione di degrado e abbandono senza precedenti.

Leggi tutto