Proposta di modifica del Regolamento comunale per la toponomastica cittadina – Composizione della Commissione

Al Presidente del Consiglio Comunale

                                                                                  Sede

 

 

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE CONSILIARE

 

Oggetto: Proposta di modifica del Regolamento comunale per la toponomastica cittadina – Composizione della Commissione

 

PREMESSO CHE:

 

il valore della toponomastica di una città non è mai abbastanza tutelato: richiede un costante lavoro di indagine sulla storia e sulle stratificazioni sociali, politiche, economiche del tessuto sociale cittadino che deve possedere il pregio di un punto di vista oggettivo senza avere la presunzione di essere unico, esaustivo, vero in assoluto;

in questo contesto resta cosa serissima la denominazione di strade, piazze, slarghi, etc.. : è il paese che si nomina, che si individua e si qualifica, e farlo con personaggi che hanno dato lustro alla nostra cittadina o farlo col richiamare eventi, attività, nostre qualità, significa dare al nostro paese un segno della sua realtà più profonda;

 

CONSIDERATO CHE:

per raggiungere i risultati in premessa, risulta ragionevole e necessario che la politica, attraverso il voto dei consiglieri eletti in consiglio comunale, non sia l’unica entità a cui si concede il diritto di voto e quindi di decisione: occorre che esperti esterni non solo siano “sentiti”, ma possano, attraverso il loro voto, tornare ad avere un ruolo attivo all’interno della commissione all’uopo istituita;

– il ruolo dei membri esterni è fondamentale in quanto gli esperti sono in grado di valorizzare il rapporto che si instaura tra un territorio e coloro che vivono in quel territorio, ad individuare fattori identitari di un luogo, a ricostruire la realtà e a far emergere, dai diversi luoghi, la storia della città, la memoria delle persone, la loro identità comune;

– tale delicatissimo ruolo culturale non può essere esclusivo appannaggio della politica;

– con delibera n. 145 del 07 novembre 2016, il consiglio comunale di Perugia ha apportato delle modifiche all’articolo 5 del Regolamento Comunale della Toponomastica cittadini relegando gli esperti esterni al ruolo di semplici consulenti non aventi diritto al voto, svuotando di fatto di contenuto il ruolo che gli era assegnato;

 

VISTI I PARERI:

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

 

PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE:

  • Di modificare il regolamento togliendo, aggiungendo e modificando le parti evidenziate in grassetto sottolineato o barrato

ART. 5 – Composizione della Commissione.

La Commissione è composta dal Sindaco, da n° 5 membri interni e da n° 5 esperti esterni, in qualità di Consulenti.

La Commissione è presieduta dal Sindaco o da un suo delegato, che può essere l’Assessore con delega agli adempimenti topografici ed ecografici ovvero un Consigliere Comunale. Il Presidente può nominare tra i membri interni della Commissione un Vicepresidente.

La Commissione è composta da membri interni all’Amministrazione Comunale e da esperti esterni.

Sono membri interni:

– n° 5 consiglieri comunali, di cui n° 3 della maggioranza e n° 2 della minoranza, nominati dal Consiglio Comunale con apposito atto;

Sono esperti esterni, non aventi diritto al voto:

un rappresentante indicato dall’Accademia di Belle Arti di Perugia;

un rappresentante indicato dall’Associazione “Italia Nostra”;

un rappresentante indicato dalla Deputazione di Storia Patria;

un rappresentante indicato dall’Università degli Studi di Perugia;

un rappresentante indicato dall’Associazione culturale cittadina “FAMIGLIA PERUGINA”.

Le funzioni di Segretario, che redige il verbale anche con l’ausilio di un registratore, sono svolte da un istruttore designato dal Dirigente dell’Unità Operativa nella quale è incardinato l’Ufficio Toponomastica ed Ecografico.

ART. 5 – Composizione della Commissione.

La Commissione è composta dal Sindaco, da n° 5 membri interni e da n° 5 membri esperti esterni, in qualità di Consulenti.

La Commissione è presieduta dal Sindaco o da un suo delegato, che può essere l’Assessore con delega agli adempimenti topografici ed ecografici ovvero un Consigliere Comunale. Il Presidente può nominare tra i membri interni della Commissione un Vicepresidente.

La Commissione è composta da membri interni all’Amministrazione Comunale e da membri esperti esterni.

Sono membri interni:

– n° 5 consiglieri comunali, di cui n° 3 della maggioranza e n° 2 della minoranza, nominati dal Consiglio Comunale con apposito atto;

Sono membri esperti esterni, non aventi diritto al voto:

un rappresentante indicato dall’Accademia di Belle Arti di Perugia;

un rappresentante indicato dall’Associazione “Italia Nostra”;

un rappresentante indicato dalla Deputazione di Storia Patria;

un rappresentante indicato dall’Università degli Studi di Perugia;

un rappresentante indicato dall’Associazione culturale cittadina “FAMIGLIA PERUGINA”.

Le funzioni di Segretario, che redige il verbale anche con l’ausilio di un registratore, sono svolte da un istruttore designato dal Dirigente dell’Unità Operativa nella quale è incardinato l’Ufficio Toponomastica ed Ecografico.

                                                     

Perugia, 16 gennaio 2017

     I Consiglieri      

 

Diego MENCARONI

 Michele PIETRELLI

 Nilo ARCUDI